La BUSSOLA delle politiche partecipate – Giornale online dell’Associazione Amici per la Città Onlus

Amedeo Piva

/Amedeo Piva
­

Autore: Amedeo Piva

Non ci sono dettagli sull'autore.
Ad oggi Amedeo Piva ha pubblicato 519 articoli.
  • NEW-NOR-MAL

Il mito del ritorno alla normalità

Non c’è nessuna età dell’oro destinata necessariamente a tornare, il futuro è davanti a noi (non dietro!), non è un “pre” da ripristinare, è un “post” da inventare e costruire. I nostri equilibri relazionali e politici non sono definiti per sempre. Il nostro livello di benessere non è un diritto inalienabile e irreversibile. Siamo parte di una storia che cambia modificando costantemente la distribuzione di poteri e ricchezze, di accesso ai beni e alla conoscenza. Il futuro sarà quello che riusciremo pragmaticamente a costruire: alla “normalità” si arriva, non si ritorna.

 

Nel 2008 scoppiò negli Stati Uniti -e si estese rapidamente a tutto il mondo- una profonda crisi finanziaria che creò danni enormi all’economia e alla produzione; mentre si cercavano ansiosamente soluzioni percorribili tutti ci domandavamo quando sarebbe stato finalmente possibile ritornare ai livelli pre-crisi. Seguirono -nel decennio successivo- altre gravi crisi che alterarono delicati equilibri [...]

AUTORE |31 ottobre, 2022|La bussola - giornale on line, Newsletter del lunedì|
  • Start again

La trappola della delusione

Gli stessi sentimenti che dovrebbero e potrebbero alimentare una nostra reazione: l’indignazione, la solidarietà, la paura, il desiderio di non subire passivamente gli eventi... ci appaiono estemporanei e volatili. Avremmo bisogno di poterli collegare a qualcosa di solido e razionale, di farli confluire in un progetto comune che li valorizzi, li riscatti dalla volatilità e li renda concreti ed efficaci: in una parola abbiamo bisogno di politica.

 

Ci siamo lasciati a luglio con Draghi stabile a palazzo Chigi, la pandemia quasi alle spalle, la guerra che registrava la difficoltosa avanzata russa in una Ucraina stremata.  Ci ritroviamo oggi in un altro film: giovedì si insedia un nuovo parlamento saldamente controllato da una coalizione di centro-destra, Giorgia Meloni è stata promossa a suon [...]

AUTORE |10 ottobre, 2022|La bussola - giornale on line, Newsletter del lunedì|
  • Nostalgia2

Nostalgia di un metodo, non di un tempo

La parola nostalgia ne evoca inevitabilmente altre tre: malinconia, vecchiaia e inutilità. Non è di questa nostalgia che vorrei parlare. Niente a che vedere -dunque- con il rimpianto e il sentimentalismo. La cosa di cui avverto la mancanza e mi fa soffrire non è un altro tempo, piuttosto un altro metodo.

 

La parola nostalgia ne evoca inevitabilmente altre tre: malinconia, vecchiaia e inutilità; non è di questa nostalgia che vorrei parlare. Niente a che vedere -dunque- con il rimpianto e il sentimentalismo. La cosa di cui avverto la mancanza e mi fa soffrire (nell’etimo di nostalgia c’è comunque “άλγος"=“dolore”) non è un altro tempo, piuttosto un [...]

AUTORE |27 giugno, 2022|La bussola - giornale on line, Newsletter del lunedì|
  • inverno prossimo venturo

L’inverno prossimo venturo

A sostenere una linea politica (qualsiasi linea politica!) si corrono dei rischi e la loro misura è difficilmente ipotizzabile date le numerose variabili in gioco. Si devono fare i conti con la coerenza valoriale, con le relazioni internazionali, con le conseguenze economiche, con il consenso parlamentare e con la “pancia” dei telespettatori dei talk-show: far quadrare tutto non è facile ed è inevitabile che da qualche parte la coperta si strappi.

 

Durante una conferenza alla quale ho partecipato la scorsa settimana uno dei relatori, persona ben informata sulla situazione in Ucraina che recentemente -in visita a Kiev- ha avuto colloqui con il ministro degli esteri Kuleba, ha espresso -non senza una certa reticenza- un suo timore: “Ho paura che il prossimo inverno non lo dimenticheremo facilmente.”. [...]

AUTORE |20 giugno, 2022|La bussola - giornale on line, Newsletter del lunedì|
  • arciere cieco

Mirare senza vedere

Il paradosso è che ad ingannarci e a renderci frettolosi e superficiali è proprio la possibilità di “vedere” il bersaglio ma l’illusione della facilità è una pessima consigliera; se dovessimo mirare senza vedere -bendati o ciechi- saremmo costretti a cogliere ogni minimo indizio, a valorizzare le indicazioni derivate dagli sbagli pregressi, a prenderci il tempo necessario e a bilanciarci nel modo migliore. Questo è il segreto dei vincenti.

 

È iniziato a fine maggio il corso di tiro con l’arco per persone non vedenti organizzato dal Sant’Alessio in collaborazione con il Comitato Italiano Paralimpico. Tiro con l’arco per i ciechi? Sì, avete capito bene! E’ possibile -con alcuni accorgimenti- praticare uno sport di mira per chi non vede. “Chi ha una disabilità visiva usa [...]

AUTORE |13 giugno, 2022|La bussola - giornale on line, Newsletter del lunedì|
  • Just human

Restiamo umani

Restare umani anche quando diventa difficile, anche quando le vicende in cui ci troviamo coinvolti ci spingono a far prevalere l’emotività, la rabbia, il risentimento, l’astrattezza, il cinismo, insomma quella parte di noi che ha bisogno di essere invece filtrata, purificata, addomesticata, tradotta. Restiamo umani, non disuniamoci: faremo un favore innanzitutto a noi stessi. Gli altri capiranno e apprezzeranno.

 

Cento giorni di guerra violenta e ottocento di pervasiva pandemia hanno spinto in secondo piano ogni altra questione; anche i temi caldi e importanti relativi al lavoro, ai redditi, all’economia e alle riforme sono stati stravolti dalle due grandi piovre e se ne parla solo in relazione ai loro effetti: l’inflazione -di cui i più [...]

AUTORE |6 giugno, 2022|La bussola - giornale on line, Newsletter del lunedì|
  • Roma nebbia

Roma vittima di se stessa

Il proverbiale cinismo romano, la flemma saggia, la saggezza che non ha bisogno di agitarsi si stanno trasformando in palude, inazione, pigrizia rancorosa. Dove sono finiti l’entusiasmo, il piacere di progettare e l’orgoglio di fare? A Roma non può bastare piangersi addosso e fare la vittima, un passato prestigioso deve essere un pungolo, non un alibi.

 

ROMA VITTIMA DI SE STESSA Roma non è un’entità astratta sempre uguale a se stessa. La città reale (non quella di “Vacanze romane”, dei turisti e delle cartoline) ha bisogno di maggiore efficienza, di cassonetti svuotati, di trasporti pubblici affidabili, di manutenzione stradale ma -per quanto sia importante- neanche questo è sufficiente: quello che manca [...]

AUTORE |30 maggio, 2022|La bussola - giornale on line, Newsletter del lunedì|
  • La fatica di sperare

La fatica di sperare

Ci sono due tipi di speranza: quella vera che costa fatica (e vale molto) e quella di circostanza che non costa niente (e non vale niente). La speranza vera -quella che costa fatica e cerca risposte- non è un sentimento, è un metodo. E’ facile riconoscerla perché non descrive la situazione che vorremmo, ma la strada per arrivarci; le sue affermazioni non terminano mai con un punto, ma con i due punti: segue l’elenco delle cose da fare.

 

Ci sono due tipi di speranza: quella vera che costa fatica (e vale molto) e quella di circostanza che non costa niente (e non vale niente). La speranza vera è quella che non si limita ad auspicare che le cose si risolvano, ma diventa motore, motivazione, dell’agire (capire le cause, immaginare soluzioni percorribili e renderle [...]

AUTORE |23 maggio, 2022|La bussola - giornale on line, Newsletter del lunedì|
  • NIMBY

Ovunque ma non qui

La usatissima espressione NIMBY (Not In My Back Yard="Non nel mio cortile"), descrive il rifiuto pregiudiziale di una decisione che coinvolga il proprio “territorio” in senso letterale o figurato. L’aspetto più paradossale della reazione NIMBY è che spesso essa scatta -in un individuo o in un gruppo- anche quando la decisione proposta è condivisa nel merito per la sua ragionevolezza, opportunità o inevitabilità.

 

In uno degli articoli di commento alla decisione della giunta comunale di Roma di procedere alla costruzione di un termovalorizzatore per i rifiuti non riciclabili, si evidenzia una contraddizione nelle posizioni avverse: chi sostiene l’inopportunità di tale decisione, che considera inquinante, sembra preferire -come già avviene e avverrà sempre più spesso essendo ormai sature le [...]

AUTORE |16 maggio, 2022|La bussola - giornale on line, Newsletter del lunedì|
  • via di fuga

Via di fuga

Come riassuntino metterei: «Questa guerra la sentiamo più vicina di altre perché ci fa più paura e forse è proprio da questa paura che possiamo ripartire per ristabilire le proporzioni, trarne insegnamenti e capire cosa possiamo modificare per non ritrovarci a scegliere tra l’angoscia dell’imminenza e l’indifferenza da rimozione.

 

Quando una situazione diventa insostenibile si scappa, si cerca una via di fuga. Molti ucraini sono scappati dal loro paese perché la loro sicurezza e la loro stessa sopravvivenza è stata messa a rischio dalla guerra. Spesso è stata una decisione obbligata, non l’effetto di uno stato d’animo o l’esito di una valutazione politica. Anche [...]

AUTORE |9 maggio, 2022|La bussola - giornale on line, Newsletter del lunedì|