La BUSSOLA delle politiche partecipate – Giornale online dell’Associazione Amici per la Città Onlus

La bussola – giornale on line

/La bussola - giornale on line
­
  • è_stato_un_successo

E’ stato un successo?

Il successo non è mai un concetto assoluto; un evento, una legge, una sentenza, possono al tempo stesso costituire un successo per qualcuno e una disgrazia per qualcun altro, un successo rispetto ad una attesa o una disfatta rispetto ad un’attesa diversa. Per definire compiutamente un successo occorre allora precisare “un successo per chi?”, “rispetto a quali obiettivi, attese, indicatori?”. Per chi allora questo nuovo “Patto per le regole su Asilo e Migrazioni” costituisce un successo? Per i governi europei o per i diritti dei richiedenti asilo?...

 

ASCOLTA L'ARTICOLO QUI   Al vertice del Consiglio Europeo in Lussemburgo è stato raggiunto un accordo   in merito al nuovo “Patto per le regole su Asilo e Migrazioni” che dovrà ora essere approvato dal parlamento europeo. Matteo Piantedosi, il nostro ministro degli Interni, ha detto che "l'Italia ha ottenuto il consenso su tutte le [...]

AUTORE |12 giugno, 2023|La bussola - giornale on line, Newsletter del lunedì, Primo Piano|
  • Brics

L’effetto “Esopo” e non solo

Elly Schlein, commentando i risultati delle elezioni amministrative ha rilevato che “il vento di destra è ancora forte”, ma non sarebbe una buona idea sedersi ed aspettare pazientemente che passi come se fosse un avverso evento atmosferico, bisogna impegnarsi attivamente perché cambi, possibilmente contrapponendo ad esso un altro vento convincente e credibile. Denunciare le malefatte altrui non basta per costruire un consenso per sé; non basta “ostruire”, bisogna -anche e soprattutto- “costruire”

 

ASCOLTA L'ARTICOLO QUI   Elly Schlein, commentando i risultati delle elezioni amministrative ha rilevato che “il vento di destra è ancora forte” ed è difficile darle torto: il “vento di destra” miete convincenti successi elettorali non solo in Italia, ma anche in Spagna, Grecia, Polonia, Svezia e -con accenti diversi- nella popolosa ed effervescente Turchia. [...]

AUTORE |5 giugno, 2023|La bussola - giornale on line, Newsletter del lunedì, Primo Piano|
  • G7-HIROSHIMA

Il giro del mondo e il cortile di casa

Quanto sembrano lontani i tempi in cui si esaltava la sovranità contrapponendola alla collaborazione internazionale, si ironizzava sul “ce lo chiede l’Europa” e si ipotizzava addirittura di uscire sdegnosamente dall’euro. Come si cambia quando bisogna decidere e non solo criticare! Come si cambia quando i nostri problemi devono trovare posto in uno scenario più grande e diventa obbligatorio recuperare il senso delle proporzioni!

 

ASCOLTA L'ARTICOLO QUI   Centocinquanta anni fa Giulio Verne pubblicava “Il giro del mondo in 80 giorni”. Chi, da ragazzo, lo ha letto ricorderà certamente le avventure e le sfide che Phileas Fogg si trova ad affrontare avendo scommesso ventimila sterline, con i suoi amici del club, che sarebbe riuscito a completare il giro del [...]

AUTORE |29 maggio, 2023|La bussola - giornale on line, Newsletter del lunedì, Primo Piano|
  • Tra il dire e il fare

Tra il dire e il fare

Quante volte, se in un ufficio pubblico insistiamo per sapere quanto tempo occorrerà per avere una risposta, per ottenere una certificazione, per verificare un rendiconto… ci sentiamo rispondere “ci vuole il tempo che ci vuole”? Come se il “tempo che ci vuole” non fosse calcolabile, programmabile; non fosse -a sua volta- la somma di altri micro passaggi che però nessuno ha voglia o possibilità di verificare… in sostanza un tempo di cui nessuno vuole sentirsi responsabile.

 

ASCOLTA L'ARTICOLO QUI   Soprattutto in occasione di disastri come le alluvioni di questa settimana, le cui cause -con il proverbiale “senno di poi”- il giorno seguente tutti scoprono fossero chiarissime e prevedibili, ci capita spesso di leggere notizie del tipo “erano stati stanziati 8 miliardi… ma non siamo stati capaci di spenderli” oppure “siamo [...]

AUTORE |22 maggio, 2023|La bussola - giornale on line, Newsletter del lunedì, Primo Piano|
  • Leadership1

Leader e leadership

Se nel secolo scorso la leadership si è evoluta passando dalla stagione dei leader dominatori a quella dei leader morali, questo secolo sembra piuttosto privilegiare i leader tessitori, quelli cioè capaci di costruire e gestire con cura le relazioni, immaginare equilibri possibili tra interessi diversi e trovare i linguaggi giusti per proporli, avvicinare le culture facendo forza sui tratti condivisi: saper tessere la tela sta diventando più importante delle armi possedute, saper immaginare nuovi equilibri più efficace dell’ossessione di ripristinare quelli vecchi.

 

ASCOLTA L'ARTICOLO QUI   Quando pensiamo ai grandi leader è più facile che ci vengano in mente figure del passato: è infatti possibile giudicare una leadership e valutarne la statura solo a bocce ferme, quando sappiamo come è andata a finire e diventano più nitidi gli effetti della sua azione e della sua influenza. Oggi [...]

AUTORE |15 maggio, 2023|La bussola - giornale on line, Newsletter del lunedì, Primo Piano|
  • L'ILLUSIONE CHE BASTI SAPERE

L’illusione che basti sapere

La possibilità che abbiamo di essere informati in tempi rapidissimi sugli eventi più disparati non ha confronti con quella del passato, anche recente. Pur apprezzando l’ebbrezza di poter accedere a qualunque informazione vogliamo, due rischi si nascondono nelle pieghe di questo “dono” che la tecnologia ci consente di utilizzare. Il primo rischio si annida nel fatto che quasi tutte le informazioni a cui accediamo hanno in comune una caratteristica: la nostra impossibilità di interferire. Il secondo è quello di confondere la grande quantità delle informazioni con il comprendere in profondità il significato che hanno (o che non hanno).

 

ASCOLTA L’ARTICOLO QUI La possibilità che abbiamo di essere informati in tempi rapidissimi sugli eventi più disparati non ha confronti con quella del passato, anche recente. Possiamo conoscere in tempo reale la storia del ragazzino di Belgrado che ha ucciso i suoi compagni di scuola, quanti morti sta provocando la guerra civile in Sudan, cosa [...]

AUTORE |8 maggio, 2023|La bussola - giornale on line, Newsletter del lunedì|
  • Ruanda Johnson_Kagame

Ruanda e altre chimere

Lo scorso anno Boris Johnson ha messo a punto un piano davvero creativo per risolvere l’incomodo creato da migliaia di richiedenti asilo arrivati nel Regno Unito illegalmente: non volendo tenerli e non potendo riportarli tutti a casa, ha pensato di parcheggiarli in Ruanda sottoscrivendo un accordo con le autorità dello Stato africano, con l’obiettivo dichiarato di scoraggiare l'afflusso di “clandestini” nel Regno Unito. Giorgia Meloni, in visita a Londra la scorsa settimana, ha rilevato piena convergenza con la linea del governo britannico sui migranti, inclusa l’idea di mandare in Ruanda i richiedenti asilo. Il Ruanda è un piccolo e bellissimo paese africano e non è una buona idea farlo diventare un grande e bruttissimo campo di profughi senza futuro.

 

ASCOLTA L'ARTICOLO QUI   Lo scorso anno Boris Johnson ha messo a punto un piano davvero creativo per risolvere l’incomodo creato da migliaia di richiedenti asilo arrivati nel Regno Unito illegalmente: non volendo tenerli e non potendo riportarli tutti a casa, ha pensato di parcheggiarli in Ruanda sottoscrivendo un accordo con le autorità dello Stato [...]

AUTORE |2 maggio, 2023|La bussola - giornale on line, Newsletter del lunedì|
  • CALO DELLE NASCITE

Pochi e vecchi, purchè bianchi

In Italia si nasce sempre di meno: negli anni ’60 nasceva un milione di bambini ogni anno, nel 2022 i nati sono stati appena 393 mila, il numero più basso dall’unità d’Italia. Se si vuole davvero invertire la decrescita demografica e arginare i gravi problemi che comporta occorre perseguire entrambe le strade: investire sulle condizioni che consentano ai “già italiani” di fare più figli e investire su politiche migratorie che consentano ai “non ancora italiani” -che intendono condividere la nostra lingua, la nostra cultura e le nostre leggi- di poterlo fare.

 

ASCOLTA L'ARTICOLO QUI   In Italia si nasce sempre di meno: negli anni ’60 nasceva un milione di bambini ogni anno, nel 2022 i nati sono stati appena 393 mila, il numero più basso dall’unità d’Italia. La popolazione è scesa quest’anno sotto i 59 milioni. Sintetizzando qui la lucida analisi di Carlo Cottarelli, le cause [...]

AUTORE |24 aprile, 2023|La bussola - giornale on line, Newsletter del lunedì|
  • PODCAST

Il piacere di capire meglio

Tutto sembrava più semplice prima di internet, quando bastava passare in edicola, salutare il giornalaio e comprare il “nostro” giornale: adesso la moltiplicazione della produzione e la facilità di accedervi hanno moltiplicato le potenzialità, ma anche reso più complicato orientarsi. Oggi i giornali online svolgono efficacemente la funzione di fornitori di notizie ma, salvo preziose e sempre più rare eccezioni, si prestano molto meno a scavare dentro i fatti e a favorire un approfondimento ragionato...Tutto sembrava più semplice prima di internet, quando bastava passare in edicola, salutare il giornalaio e comprare il “nostro” giornale: adesso la moltiplicazione della produzione e la facilità di accedervi hanno moltiplicato le potenzialità, ma anche reso più complicato orientarsi. Oggi i giornali online svolgono efficacemente la funzione di fornitori di notizie ma, salvo preziose e sempre più rare eccezioni, si prestano molto meno a scavare dentro i fatti e a favorire un approfondimento ragionato...Tutto sembrava più semplice prima di internet, quando bastava passare in edicola, salutare il giornalaio e comprare il “nostro” giornale: adesso la moltiplicazione della produzione e la facilità di accedervi hanno moltiplicato le potenzialità, ma anche reso più complicato orientarsi. Oggi i giornali online svolgono efficacemente la funzione di fornitori di notizie ma, salvo preziose e sempre più rare eccezioni, si prestano molto meno a scavare dentro i fatti e a favorire un approfondimento ragionato...

 

ASCOLTA L'ARTICO QUI   Non sono passati secoli da quando il giornale si comprava in edicola la mattina, eppure -a ricordarlo- sembra quasi un film in bianco e nero; siamo ormai “viziati” dai quotidiani online che ci offrono sullo schermo le notizie costantemente aggiornate, illustrate, filmate (a volte anche ritoccate, edulcorate, drammatizzate…) e rischiamo di [...]

AUTORE |17 aprile, 2023|La bussola - giornale on line, Newsletter del lunedì|
  • Push-Pull2

Push factor

Quale sarà il misterioso "pull factor" che attira queste persone a mettersi rischiosamente in mare pagando cifre elevatissime per tentare di raggiungere le nostre coste? E’ davvero incredibile che ci si ostini a voler identificare il fattore di attrazione quando il fattore di spinta -il “push factor”- è invece macroscopicamente prevalente e visibilissimo! Quando un fenomeno -come quello migratorio- non è bloccabile o eliminabile occorre fare tutto il possibile per governarlo pragmaticamente senza isterie populistiche o miopi buonismi di corto respiro. Non serve la caccia agli inesistenti pull factors e i push factors sono troppo grandi per affrontarli da soli.

 

ASCOLTA L'ARTICOLO QUI   Per anni i partiti attualmente al governo hanno sostenuto, malgrado tutti i dati lo smentissero, che il principale “pull factor” [fattore di attrazione] delle migrazioni nel Mediterraneo fosse costituito dalle ONG che intervenivano a soccorrere i barconi in difficoltà e, con questa motivazione, ne hanno contrastato in tutti i modi le [...]

AUTORE |3 aprile, 2023|La bussola - giornale on line, Newsletter del lunedì|