La BUSSOLA delle politiche partecipate – Giornale online dell’Associazione Amici per la Città Onlus

La bussola – giornale on line

/La bussola - giornale on line
­
  • Muro

Il muro nella testa

...se davvero è questo il progetto che vogliamo, se davvero la solidarietà è il “principio cardine” dell’Europa, se davvero riteniamo che la logica del castello col fossato e dei ponti levatoi alzati non sia la migliore delle strategie. Sarà questo quello che vogliamo o, come già si chiedeva Ivano Fossati, “saremo noi che abbiamo nella testa un maledetto muro”?

 

Tredici agosto 1961, sessanta anni fa, in una notte fu costruito il muro di Berlino e ci sembrò una sconfitta e una minaccia. Nove novembre 1989, trentadue anni fa, in una notte fu abbattuto quello stesso muro e ci sembrò una conquista e una promessa. Entrambe le volte peccammo di ingenuità. Avevamo ragione a temere [...]

AUTORE |15 novembre, 2021|La bussola - giornale on line, Newsletter del lunedì|
  • Partita a scacchi

Reimparare a discutere

Non è in ballo solo la spaccatura -ormai quasi antropologica- tra vax e no-vax, c’è la discussione sulle cause e i rimedi del riscaldamento climatico, quella sulla cancel culture e tante altre: se non reimpariamo a discutere, recuperando l’oggettività del merito e la condivisione del metodo, non riusciremo più a capirci, non troveremo alcuna soluzione ai problemi, ci accapiglieremo sempre più senza costrutto dividendoci per bande e ragionando per slogan.

 

Capita spesso di assistere sui social ad accesissime discussioni tra pro-vax e no-vax, pro-greenpass e no-greenpass: discussioni che nell’ansia di dare voce ad irritazione, polemica, confronto, e desiderio di prevalere, perdono rapidamente ogni relazione con il merito della questione. La sicurezza dal contagio, l’efficacia dei vaccini e della mascherina, l’osservanza o no delle regole, le [...]

AUTORE |8 novembre, 2021|La bussola - giornale on line, Newsletter del lunedì|

Austerity, transizione e la paura di chiamare le cose col loro nome

Siamo tutti sinceramente convinti che sia cosa buona e giusta lasciare ai nostri figli un mondo pulito e sostenibile, ma se per farlo fosse necessario razionare la benzina, l’acqua calda, la luce, il gas e i gli scaffali dei supermercati fossero semivuoti il nostro entusiasmo etico sarebbe lo stesso?

 

La mattina del 2 dicembre 1973 gli italiani scoprirono la parola “austerity”: non si poteva più utilizzare la macchina nei giorni festivi, non si potevano superare i cento chilometri orari e ristoranti e cinema chiudevano alle undici. In breve: i paesi produttori di petrolio quadruplicarono il prezzo del greggio e il mondo occidentale scoprì di [...]

AUTORE |2 novembre, 2021|La bussola - giornale on line, Newsletter del lunedì|
  • Apocalypse Now

Focus

Abbiamo il diritto, il dovere e soprattutto la responsabilità di scegliere il nostro focus: da esso deriveranno le nostre valutazioni e dunque il nostro agire. Ci troveremo spesso a considerare diverse possibili priorità, ciascuna con i suoi pregi e con la sua parte di rischio, ma non sempre -nei fatti- ci sarà possibile eludere il bivio con la collaudata tecnica del “ma anche”...

 

“Andrea Minuz racconta sul Foglio di avere mostrato ai suoi studenti della Sapienza la scena iniziale di Apocalypse Now, grande film di Francis Ford Coppola. Ci sono gli elicotteri, il napalm, la giungla che va a fuoco, Martin Sheen che perde il lume della ragione e quando la scena finisce il professore chiede se ci [...]

AUTORE |25 ottobre, 2021|La bussola - giornale on line, Newsletter del lunedì|
  • image_6487327

La foglia di fico

Il green pass mi sembra piuttosto essere diventato il capro espiatorio al quale si va progressivamente imputando un groviglio di disagi, molti dei quali hanno ben poco a vedere con la pandemia. Le follie interpretative e le fake news che hanno scorrazzato ovunque, moltiplicandosi senza limiti sui social, hanno minato in profondità la fiducia nella scienza e nelle istituzioni democratiche innescando regressioni al limite della superstizione e pericolose nostalgie totalitarie.

 

  Non credo di essere l’unico a pensare che una frattura sociale così aspra e diffusa come quella alla quale stiamo assistendo non possa dipendere solo dalla diversa valutazione sull’uso del green pass, tutto sommato un dettaglio amministrativo nel ben più ampio contesto del contrasto della pandemia. Il green pass mi sembra piuttosto essere diventato [...]

AUTORE |18 ottobre, 2021|La bussola - giornale on line, Newsletter del lunedì|
  • la buona politica

La buona politica

Come si fa a riconoscere una buona politica? Cosa la differenzia da una cattiva politica? E’ importante darsi un criterio, un’unità di misura, altrimenti diventa poi impossibile scegliere (e votare!) i buoni “politici”, i buoni legislatori, presidenti di regione, sindaci. Senza un criterio finisce che consideriamo buoni solo quelli che ci stanno più simpatici o che ci assomigliano di più; finiamo per confondere la qualità con l’affinità e il contenuto con la confezione.

 

Come si fa a riconoscere una buona politica? Cosa la differenzia da una cattiva politica? E’ importante darsi un criterio, un’unità di misura, altrimenti diventa poi impossibile scegliere (e votare!) i buoni “politici”, i buoni legislatori, presidenti di regione, sindaci. Senza un criterio finisce che consideriamo buoni solo quelli che ci stanno più simpatici o [...]

AUTORE |11 ottobre, 2021|La bussola - giornale on line, Newsletter del lunedì|
  • Floyd-Calciatore-2 (1)

Significato, segno, opportunità

Nessuno è così ingenuo da pensare che basti un gesto simbolico, come inginocchiarsi qualche secondo prima di una partita di calcio, per combattere efficacemente il razzismo (ben altro…) o che farlo significhi privilegiare un ingiustizia rispetto ad altre (ben altre…), ma nessuno è anche così ingenuo da non intuire che -quando si parla di segni- “omettere” è significativo quanto “fare”.

 

Non c’è bisogno di essere semiologi o scomodare Umberto Eco per cogliere la differenza tra segno e significato, così come tutti sappiamo quanto il nesso tra i due possa non essere univoco e generare fraintendimenti: “segni” gestuali come dare la mano, baciarsi sulle guance, annuire o negare con il capo, alzare un braccio, inginocchiarsi, possono [...]

AUTORE |28 giugno, 2021|La bussola - giornale on line, Newsletter del lunedì, Primo Piano|
  • islam-cristianesimo

Declinare lo stesso verbo

Per fortuna siamo lontani da quando si cercava reciprocamente di dimostrare la bontà delle proprie ragioni -religiose e non- massacrandosi nella battaglia di Lepanto, ma non spararsi addosso l’un l’altro non è più sufficiente: molto meglio onorare fino in fondo ognuno i suoi comandamenti, soprattutto quando dicono la stessa cosa.

 

Ogni cultura immagina le culture diverse da sé utilizzando (inevitabilmente) le proprie categorie e tende quindi, anche per scarsa conoscenza, a farsene un’idea stereotipata e semplificata, spesso lontana dalla realtà. Lo stesso meccanismo funziona anche per le religioni: ciascuna si fa un’idea delle altre diverse da sé tendenzialmente stereotipata e semplificata, un’idea che spesso coglie [...]

AUTORE |21 giugno, 2021|La bussola - giornale on line, Newsletter del lunedì|
  • Bilancia a due piatti

I due piatti della bilancia

Siamo così convinti che non correre rischi sia un nostro diritto che pretendiamo di estenderlo anche alle altre decisioni che siamo chiamati a prendere: accettare un lavoro, fare un viaggio, sposarci, avere figli, vaccinarci, intraprendere un’attività, iniziare una terapia. Dimentichiamo -o fingiamo di dimenticare- che ogni decisione è figlia di una comparazione, i piatti della bilancia sono sempre due: è giusto porre attenzione ai rischi che corriamo nel “fare”, ma dobbiamo la medesima attenzione ai rischi che corriamo nel “non fare”. La decisione scaturisce dunque sempre dal confronto fra i due piatti e la possibilità di eludere la scelta è una finzione della mente.

 

Ci abbiamo messo secoli a ridurre progressivamente i rischi che corriamo vivendo: restare senza cibo, morire di freddo, non sapere come curarci, farci male mentre lavoriamo. Abbiamo trovato il modo di prevenire le infezioni, proteggerci dal clima ostile, attutire le cadute. Negli ultimi decenni, questa riduzione del rischio ha avuto una prodigiosa accelerazione, arrivando a [...]

AUTORE |14 giugno, 2021|La bussola - giornale on line, Newsletter del lunedì|
  • Braccianti agricoli in un campo

Braccia e braccianti

Quando pensiamo ai posti di lavoro -a differenza dei nostri nonni- pensiamo prevalentemente ad uffici, meeting, computer… come se i “vecchi” lavori manuali quasi non esistessero più, come se potessimo ormai fare a meno delle braccia che guidano i furgoni, caricano e scaricano i camion, raccolgono i pomodori, accudiscono gli anziani, puliscono le cucine dei ristoranti e degli ospedali. Quando parliamo di posti di lavoro non è sufficiente sapere solo se il loro numero assoluto cresce o diminuisce, dobbiamo chiederci -più precisamente- quali posti di lavoro crescono o diminuiscono, quali professionalità servono e serviranno. Sono quelle che i nostri figli e nipoti vorranno e potranno occupare?

 

Il governatore della Banca d’Italia -Ignazio Visco- ha detto la scorsa settimana che il nostro paese è alla vigilia di una forte ripresa economica. Tutti speriamo che abbia ragione, anche perché la sua affermazione si fonda su dati statistici solidi ed è confermata dalle previsioni degli osservatori economici (PIL +4,7% nel 2021 e +4.4% nel [...]

AUTORE |7 giugno, 2021|La bussola - giornale on line, Newsletter del lunedì|