La BUSSOLA delle politiche partecipate – Giornale online dell’Associazione Amici per la Città Onlus
­

LA NEWSLETTER DEL LUNEDI’

  • Quirinale-corazzieri

Quirinale e dintorni

Peccato che i presidenti non si possano ordinare on-line su misura! Quello che avremo sarà una persona in carne ed ossa, con i suoi limiti, il suo passato e le sue caratteristiche che non potremo cambiare. Speriamo sia la migliore persona disponibile ad un ruolo così delicato, ma non aspettiamoci un messia.

 

Oggi si vota. Teoricamente “a camere riunite”, praticamente non proprio “riunite”: un po’ alla volta nell’aula e i positivi nel drive-in all’uscita di via della Missione [ndr, è l’uscita dove nel ’48 spararono a Togliatti]. [...]

AUTORE |24 gennaio, 2022|La bussola - giornale on line, Newsletter del lunedì, Primo Piano|

COLLABORA CON NOI

La Bussola è lo spazio di discussione di Amici per la Città, per condividere idee, commenti e iniziative. Non un teatro da spiare da lontano, ma una “PIAZZA” aperta al dialogo e all’espressione dei cittadini.
Vuoi parlare di sociale, vuoi dire la tua sul nostro comune impegno di cittadini, di italiani, di “Amici per la Città”? Vuoi segnalare iniziative, dare notizia di un avvenimento che ritieni importante per la crescita della consapevolezza politica e sociale?

Invia i tuoi articoli a praxis@scuolapraxis.it

Gli articoli saranno pubblicati compatibilmente con le esigenze editoriali e la loro lunghezza non dovrà superare i 4.500 caratteri.

Natali

20 dicembre, 2021|0 Comments

Sono natali diversi: uno radicato nella fede e nella trascendenza, l’altro radicato nel progetto umano di una storia che riesce a conciliare i conflitti e a costruire una società più giusta e coesa. Sono natali diversi nelle radici, ma simili nei frutti.

Antica e preziosa alleata

13 dicembre, 2021|0 Comments

Forse, più che una virtù, la pazienza è una cultura, cioè un modo di porsi davanti al mondo e agli eventi, dandosi il tempo di ascoltare, dialogare e agire consapevolmente. Se dovessi definire plasticamente la pazienza la definirei un luogo “concavo”, fatto per accogliere e raccogliere, lasciar depositare anziché respingere emozionalmente.

Il seme del conflitto

6 dicembre, 2021|0 Comments

Boccaccio diceva -dopo aver vissuto in prima persona la peste del 1348- che l’effetto più terribile della pandemia era stata la distruzione del vivere civile: il vicino iniziava a odiare il vicino, il fratello iniziava a odiare il fratello, e persino i figli abbandonavano i genitori. Non siamo a questi livelli, ma certamente il “vivere civile” e la capacità di capirsi reciprocamente stanno subendo una erosione di fiducia che sarà arduo ricostruire.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Indirizzo email