La BUSSOLA delle politiche partecipate – Giornale online dell’Associazione Amici per la Città Onlus
­

LA NEWSLETTER DEL LUNEDI’

  • A Ukrainian soldier helps an elderly woman to cross a destroyed bridge during the evacuation by civilians of the city of Irpin, northwest of Kyiv, on March 8, 2022. (Photo by Sergei SUPINSKY / AFP)

Il grande freddo

Non è il titolo del famoso film del 1983, ma il sottotitolo dell’inverno che sta iniziando. E’ il grande freddo che provo quando accendendo la luce, accostando la mano al termosifone o aprendo l’acqua calda della doccia non riesco a non pensare ai milioni di ucraini con le case al buio, i termosifoni gelidi e la doccia inutilizzabile. Non è difficile, dal caldo delle nostre case, descrivere questa tragedia e auspicare che presto “si trovi” una soluzione; ma le soluzioni non “si trovano” da sole, bisogna trovarle insieme esplorando tutte le strade possibili. L’esito di questa guerra -quale che sarà- non equivarrà ad una pratica archiviata e chiusa perché gli eventi che viviamo e il modo in cui li conduciamo sono i semi del futuro: nel bene o nel male germoglieranno, producendo relazioni positive o preparando nuovi conflitti. Trovare presto una risposta è allora una responsabilità verso il presente e verso il futuro.

 

ASCOLTA L’ARTICOLO QUI   Non è il titolo del famoso film del 1983, ma il sottotitolo dell’inverno che sta iniziando. E’ il grande freddo che provo quando accendendo la luce, accostando la mano al termosifone o [...]

AUTORE |28 novembre, 2022|La bussola - giornale on line, Newsletter del lunedì, Primo Piano|

COLLABORA CON NOI

La Bussola è lo spazio di discussione di Amici per la Città, per condividere idee, commenti e iniziative. Non un teatro da spiare da lontano, ma una “PIAZZA” aperta al dialogo e all’espressione dei cittadini.
Vuoi parlare di sociale, vuoi dire la tua sul nostro comune impegno di cittadini, di italiani, di “Amici per la Città”? Vuoi segnalare iniziative, dare notizia di un avvenimento che ritieni importante per la crescita della consapevolezza politica e sociale?

Invia i tuoi articoli a praxis@scuolapraxis.it

Gli articoli saranno pubblicati compatibilmente con le esigenze editoriali e la loro lunghezza non dovrà superare i 4.500 caratteri.

Per una Sanità realmente accessibile: l’importanza dei PUA

24 novembre, 2022|0 Comments

I PUA, cosa sono? sono realmente accessibili? Edgardo Reali e Cristian Castellano ce lo spiegano in questo articolo!

Cosa sono i BES, Bisogni educativi speciali? Facciamo chiarezza.

22 novembre, 2022|0 Comments

In questo articolo, Martina Pasquali fa chiarezza su un tema molto importante: i BES, i Bisogni Educativi Speciali.

Oltre le barriere sensoriali: la storia di Hellen Keller

17 novembre, 2022|0 Comments

Federica Carbonin ci racconta la stupenda storia di Helen Keller, scrittrice, insegnante e attivista statunitense sordo-cieca.

Testimoniare o governare

14 novembre, 2022|0 Comments

Alzi la mano chi non ha mai detto, allargando le braccia: “Mi dispiace, ma è una questione di principio”. Sono appassionanti le questioni di principio, sono limpide, senza sbavature, eticamente impeccabili, perché così sono i princìpi: assoluti e perfetti, la realtà e la storia degli uomini invece sono sempre approssimative e imperfette. Senza sale non c’è sapore, ma di solo sale non si vive. Allo stato puro i principi esistono solo come enunciati, nella realtà esistono -in percentuali variabili- quando li decliniamo nelle decisioni e nei comportamenti.

Una pace senza radici

7 novembre, 2022|0 Comments

Di fronte a questa diplomazia atrofizzata, incapace di funzionare in caso di conflitto (proprio quando serve di più!), mi sono interrogato sul perché di questa atrofia: di cosa si nutre la diplomazia? di cosa si nutre il desiderio di pace? dove affondano le radici del dialogo? La solidarietà, la cooperazione, il dovere di soccorrere, l’empatia e la reciprocità sono le radici positive, l’humus valoriale condiviso sul quale la diplomazia può costruire il suo percorso di pace. Se lasciamo seccare queste radici, o addirittura le recidiamo, la diplomazia perde ogni forza: diventa muta e sterile.

Il mito del ritorno alla normalità

31 ottobre, 2022|0 Comments

Non c’è nessuna età dell’oro destinata necessariamente a tornare, il futuro è davanti a noi (non dietro!), non è un “pre” da ripristinare, è un “post” da inventare e costruire. I nostri equilibri relazionali e politici non sono definiti per sempre. Il nostro livello di benessere non è un diritto inalienabile e irreversibile. Siamo parte di una storia che cambia modificando costantemente la distribuzione di poteri e ricchezze, di accesso ai beni e alla conoscenza. Il futuro sarà quello che riusciremo pragmaticamente a costruire: alla “normalità” si arriva, non si ritorna.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Indirizzo email